Io non so parlar di musica #11

Sono stanco, in questi giorni. Nulla di trascendentale, intendiamoci: ma il pesante incedere della quotidianità, con lo sfondo di due anni diciamo “un po’ particolari”, e del rumore delle armi appena fuori casa, ogni tanto raggiunge e supera la mia soglia di tolleranza. Lo so bene, c’è chi sta peggio: ma ogni giorno, per chiunque, è una battaglia: a volte senza nemmeno uscire di casa, ma comunque ci tocca. E alla sera, finita la tenzone, chiudiamo gli occhi: sognando l’azzurro e la pace ma anche pronti, il giorno dopo, a riiniziare da capo la nostra piccola lotta.

…Proprio come sostiene quell’artista meraviglioso di Ivano Fossati, nella sua “Naviganti“: una canzone semplice semplice, intima, dalla melodia appena accennata eppur dolcissima, e dal testo che mi commuove ad ogni ascolto: e in cui penso che possiamo tutti ritrovarci.

Questo brano non compare in nessun album ufficiale “in studio”, ma è tratto dalla colonna sonora del bel film di Carlo Mazzacurati, “Il Toro“, con Diego Abatantuono, ed è stato riproposto live nell’album “Buontempo”. Non aggiungo altro (se no, che rubrica “Io non so parlar di musica” sarebbe? 🙂 ): la parola, come sempre, alla canzone. Buon ascolto.

Ivano Fossati – “Naviganti

Siamo stati naviganti con l’acqua alla gola
E in tutto questo bell’andare quello che ci consola
è che siamo stati lontano e siamo stati anche bene
E siamo stati vicini  e siamo stati insieme
Siamo stati contadini noi due senza conoscere la terra
E piccoli soldati senza amare la guerra
Ci hanno mandati lontano senza spiegarci bene
E siamo stati male ma siamo ancora insieme
Grandi corridori di corse in salita
Che alzavano la testa dal manubrio per vedere se fosse finita
Allenati alla corsa allenati alla gara
E preparati a cadere e a tutto quello che s’impara
Innamorati della sera innamorati della luna
Conoscitori della notte senza averne paura
Innamorati di quel fiore che non vuole mai dire
Ecco, è tutto finito e bisogna partire
Ma ora è il momento di mettersi a dormire
Lasciando scivolare il libro che ci ha aiutati a capire
Che basta un filo di vento per venirci a guidare
Perché siamo naviganti senza navigare mai
Tratto da “Il Toro” (O.S.T.) (1994)

5 pensieri riguardo “Io non so parlar di musica #11

  1. Per anni Fossati mi è stato antipatico, ancora adesso non che mi sia diventato simpatico…. ma ho scoperto che moltissime delle canzoni che mi piacevano l’aveva scritte lui, poi ho conosciuto uno che era un fissato di Fossati e mi ha regalato una raccolta delle sue più belle canzoni…
    Alcune sue canzoni sono straordinarie. L’importante che non veda lui quando canta.

    Piace a 1 persona

Se ti va, rispondi, mi farà piacere leggere e rispondere ad un tuo commento, grazie! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...